»  FAQ  »  Cerca  »  Lista degli utenti  »  Gruppi utenti  »  Calendario  »  Registrati  »  Messaggi Privati  »  Login
  » Portale  » Blog  » Album  » Guestbook  » FlashChat  » Statistiche  » Links
Downloads  » Commenti karma  » TopList  » Topics recenti  » Vota Forum
Motec i2 Pro: telemetria questa sconosciuta...
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ___Hardware & Software
Autore Messaggio
Claudio Tocchi

Apprendista
Apprendista


Piloti

Sesso: Sesso:Maschio
Età: 28
Registrato: 24/01/13 23:42
Messaggi: 98
Claudio Tocchi is offline 

Località: Italia





italy
MessaggioInviato: 25 Gen 2013 22:57:21    Oggetto:  Motec i2 Pro: telemetria questa sconosciuta...
Descrizione:
Rispondi citando

Si fa presto a dire Telemetria: per gli Ing di pista è una Manna, quanto di più oggettivo esista per preparare l'assetto; per i Team Manager è un modo più dettagliato del cronometro per spiegare ai "fenomeni" che è il momento di cambiare mestiere; gli appassionati si dividono: c'è chi la vede come il simbolo dell'elettronica (cioè della Peste) che impera nelle Corse e chi ne resta affascinato e non si staccherebbe mai dai grafici, neanche quando le Auto da corsa gli passano davvero davanti agli occhi. E i Piloti, che poi, in questo caso, saremmo noi? Il rapporto non può che essere di Amore e Odio: Amore, perchè è un aiuto importante ed utilissimo per la messa a punto, Odio perchè non puoi fregarla, se alzi il piede si vede e, se dai troppe indicazione in conflitto con la strisciata telemetrica, o sei Senna, o vieni preso per un cretino...ma anche lei sbaglia o, quantomeno, non sempre riesce a spiegare tutto. A tal proposito, cito un divertente episodio tratto dalla biografia di Alex Zanardi, riferito al suo primo periodo in USA, alla Corte di Chip Ganassi: a causa di stili di guida differenti, Jimmy Vasser, suo compagno di squadra, si ritrovava spesso in gara ad accusare prestazioni inferiori a quelle di Alex dopo appena pochi giri, vittima di un'usura ben maggiore. Per studiare la situazione, fu convocato un test a Mid-Ohio.
"Nel Team era stato assunto un ingegnere molto giovane, Jeremy, al lavoro su quello che Ganassi voleva trasformare in un dipartimento di ricerche e sviluppo. Jeremy venne incaricato di produrre uno studio sugli stili di guida e quindi esaminare attentamente l'uso del freno, dell'acceleratore, dei giri in telemetria curva per curva e ricavarne una relazione completa. Finimmo in test con Jimmy che, nell'occasione, era stato più lento di me. Per cui contava molto su questa relazione per dove migliorare e cosa mettere a punto. Quando finalmente il risultato dello studio arrivò, ero impegnato in una riunione con Morris [il suo capomeccanico]. Entrò Jimmy con il fascicolo, nel quale eravamo identificati come AZ e JV, piegato su una determinata pagina. E iniziò a spiegare: -In questa curva JV frena venti piedi (sette metri) dopo AZ; JV riesce ad avere una capacità di decelerazione superiore a quella di AZ; JV ha una velocità minima di percorrenza in curva di cinque chilometri all'ora migliore di quella di AZ; JV va sull'acceleratore 0''02 prima di AZ; JV riesce ad accelerare più violentemente rispetto ad AZ e quindi arriva al cento per cento di acceleratore 0''11 prima di AZ; JV ha una velocità di uscita dalla curva più alta di quella di AZ.- Pausa e poi la sentenza: -JV in questa curva perde quattro decimi da AZ. Ma come cacchio è possibile!? - ''
Oltre a far sorridere, l'episodio spiega anche un'altra cosa: la Telemetria ha un senso e aiuta solo se si è capaci a leggerla, a collegare causa a effetto.
Dopo aver dimostrato come mio solito un'ampia capacità di sintesi, passiamo alla pratica.
Innanzitutto ci occorre il software, Motec i2 Pro che possiamo tranquillamente scaricare dal
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
; poi serve il
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
e il file
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
. Siamo pronti! Istallate la MoTec (in consiglio stupido è di non toccare nulla delle impostazioni di default), eseguite il DataAcquisition PlugIn (chiaramente specificando la vostra Directory di rFactor) e copiate il file UI.OSC nella cartella UIData: potrebbe chiedervi di sostiruirlo, fatelo.
Aprite il file 'DataAcquisitionPlugin.ini' nella cartella principale di rFactor e controllate queste stringhe:
Logging Active On Startup=1 ; Activation Status on Simulation Startup: 0 = Inactive, 1 = Active
Log File Output Path="C:\Program Files (x86)\rFactor\USERDATA\LOG\MoTeC" ; MoTeC log files will be written here
Poi aprite (con il blocco note) il vostro file PLR che trovate nel percorso '...\rFactor\UserData\"nome giocatore"\"nome giocatore".PLR' e verificate questa stringa
Data Acquisition EXE="C:\Program Files (x86)\MoTeC\i2\1.0\MoTeC.exe"
(Se avete dubbi sulle stringhe, copiate e incollate direttamente quelle scritte qua)
Ora avete la Telemetria istallata! Come iniziare ad utilizzarla?
Anzitutto occorrelanciare rFactor ed iniziare un test. Appena entreremo in corsia box, ancor prima di accendere l'auto, sentiremo una voce diversa da quella che scandisce solitamente i tempi sul giro, dirci "Data Acquisition Enabled": significa che tutto è andato bene e che siamo effettivamente girando "spiati" dalla telemetria. Un consiglio che vi do è di far fare sempre i primi 2 giri all'IA, se arrivate su una pista nuova. Questo perchè la MoTec, oltre a "graficare" i vari dati dell'auto, "disegna" anche la pista: nella realtà lo farebbe con il GPS e anche qua usa la stessa tecnica, nel primo giro. Se, durante la percorrenza, facciamo una qualche cavolata, ad esempio un testacoda, la cartina che lui salva ed assegna a quella pista, verrà falsata e non ci sarà più modo di rimediare, tranne che cancellare tutti i file di telemetria di quella pista e ricominciare da zero; con l'IA non si corrono rischi.
Per accedere ai dati durante la sessione è possibile cliccare il pulsante "Telemetria" presente nella videata degli assetti: in quel modo si aprirà l'interfaccia MoTec. Scegliete "Create a new Project", scegliete il nome da assegnare e selezionate il file Log alla directory ...\rFactor\USERDATA\LOG\MoTeC. Il "Project" ci consente di modificare a nostro piacimento l'interfaccia che vogliamo dare alla visualizzazione dei dati: ad esempio l'informazione dello sterzo di default è espressa da un angolo, quindi in gradi; GTR2 ha questa informazione, quindi lo visualizza, rFactor no, quindi appena aprirete il Log, vi darà questo parametro come inesistente: per risolvere bisogna utilizzare non l'angolo, ma la percentuale di sterzo e, come per magia, il dato compare; salvando il tutto, eviterete di doverlo fare ogni volta, insieme ad altri parametri che potrete mettere in risalto ed altri, magari, che non vi interesseranno e nasconderete. Chiaramente la MoTec può essere avviata anche con rFactor chiuso tramite il collegamento del Desktop.
Chiaramente, con tutta la premessa che ho fatto prima, non è che speravate davvero che vi dicessi come si utilizza, no? Razz Scherzi a parte, non saprei da che parte iniziare: su internet ci sono tutorial molto ben fatti e, comunque, l'esperienza insegna molto, quindi provate, provate, provate...e diventate matti! Wink
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
Adv



MessaggioInviato: 25 Gen 2013 22:57:21    Oggetto: Adv






Torna in cima
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> ___Hardware & Software Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Road Runner topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008